di | 21 Ottobre 2019

L’affettatrice in casa, non più un lusso ma un aiuto gradito.
Un’affettatrice è uno strumento utile e averla in casa rappresenta una comodità cui difficilmente oggi si rinuncia. Acquistarne una non è difficile ma se ne devono conoscere bene le caratteristiche e si leggano una serie di informazioni importanti riportate in questo sito miglioreaffettatrice.it.

Per parlare di “affettatrice elettrica domestica” occorre però valutare fra le tante, una caratteristica importate rappresentata dalla lama e dalle sue peculiarità.
Per poter effettuare un taglio preciso è importante scegliere bene il diametro della lama; infatti le affettatrici elettriche domestiche poiché hanno dimensioni ridotte, non possono permettersi di avere che avere una lama abbastanza piccola. In genere non superano i 20 cm di diametro a differenza di quelle ad uso professionale che possono superare i 30 centimetri di diametro, una differenza che si fa sentire sul risultato finale.

Alcune affettatrici domestiche proprio per le loro ridotte dimensioni e lame di misura modesta, non possono affettare prodotti particolarmente grandi. Ricordate quindi di non comprare affettatrici domestiche con lame inferiori ai 15 centimetri di diametro perché sarebbe difficoltoso affettare qualsiasi cibo.
Altro elemento da considerare prima dell’acquisto, è la forma della lama che permette di considerare l’esistenza di due categorie di affettatrici: quelle con lama liscia che sono le più comuni e diffuse; quelle con lama seghettata con la presenza di tanti piccoli dentini che trattengono il prodotto da affettare.

Quelle con lama liscia permettono di tagliare qualsiasi cibo e il loro design arrotondato è ideale per consentire di tagliare anche cibi morbidi come carne, formaggi, verdure, salumi non stagionati. La lama liscia, infatti, evita di stracciare i prodotti tagliati anche negli spessori più piccoli e offre un ottimo risultato anche con i cibi cotti come arrosto o zampone.
Le lame seghettate invece sono perfettamente idonee per tagliare prodotti duri e i dentini sparsi per tutto il perimetro della lama permettono di trattenere fermo il cibo per il taglio.
Sono lame ideali per pane, spesso duro e croccante, e salumi in particolare quelli stagionati.
Il problema di queste lame è che si affila con una certa difficoltà.