Come evitare cattivi odori all’interno del frigorifero?

di | 1 Luglio 2019

Chiunque abbia un frigorifero ha avuto almeno una volta a che fare con i cattivi odori emanati da questo. Perché succede? Nonostante la manutenzione e la costante attenzione alla conservazione del cibo spesso la formazione di muffe, batteri e cattivi odori, sembra proprio inevitabile.In realtà un motivo c’è e non sempre è colpa di chi utilizza il frigorifero, sebbene in misura minore questo inconveniente dipenda da più fattori messi insieme.

In commercio esistono tantissime tipologie di frigorifero; molte delle quali montano un pratico e innovativo sistema detto “No Frost”; ebbene è proprio questo sistema che può salvare la maggior parte degli alimenti che vanno in malora. Nei frigoriferi dove manca questo sistema, è necessario sbrinare manualmente almeno due o tre volte l’anno il vano frigo proprio per evitare muffe e odori sgradevoli. Questa operazione non solo risulta impegnativa: molto spesso non è funzionale allo scopo.

 

Il sistema No Frost, come suggerito dalla parola stessa è un sistema che si basa sull’impedimento della formazione del ghiaccio. L’apertura e la chiusura ripetuta della porta frigo, porta inevitabilmente uno sbalzo termico che costringe il frigorifero a riformulare e ripristinare la temperatura precedente all’apertura dello stesso. Questa temperatura è fondamentale perché il cibo si conservi in maniera ottimale. Ma più della temperatura stessa; è fondamentale sia la costanza della temperatura. In altre parole, lo shock termico e il confluire dell’aria calda esterna all’interno del frigorifero causa la maggior parte dei cattivi odori e del deterioramento delle pietanze. 

Dunque un sistema no frost preserva dalla presenza di umidità, non entra calore e non c’è alcuno sbalzo termico. Il sistema riesce a mantenere costante la temperatura all’interno del vano e a preservare dunque l’integrità biochimica del cibo.

 

In commercio si possono trovare tantissime tipologie di frigoriferi No frost; molti di questi prevedono una suddivisione in vani molto particolareggiata e studiata appositamente per evitare che diversi cibi, con differente composizione vengano a contatto fra loro. Anche la disposizione del cibo all’interno del frigo infatti, è molto importante al fine di evitare muffe e batteri che causano cattivi odori. Sul sito Il frigorifero: guida completa, dove posizionarlo, come scegliere, come …  potete trovare diversi modelli di elettrodomestici appositamente creati con una precisa suddivisione dei ripiani, per la sistemazione ottimale di carne, pesce, verdura, uova e conserve.