Sbattitore elettrico: quando cambiare le fruste a filo con quelle a spirale

di | 2 Luglio 2019

L’arte culinaria si sa, è affascinante quanto impegnativa. Utilizzare in maniera corretta gli utensili da cucina e rispettare le regole basilari, è fondamentale per non creare pasticci. Tra le preparazioni più importanti vi sono sicuramente i dolci e gli impasti da forno in generale. Per poterne preparare di buoni, fatti in casa, occorre disporre di un buon elettrodomestico: lo sbattitore. Se avete uno sbattitore elettrico in casa o se avete intenzione di acquistarne uno, avrete notato la presenza di due tipologie di fruste. La maggior parte delle persone utilizza sempre la stessa tipologia di frusta per lavorare gli impasti, senza pensare alle dovute differenze che intercorrono tra il modello a spirale e il modello a filo.

 

Partendo dal presupposto che ogni sbattitore elettrico ha la specifica funzione di amalgamare e omogeneizzare gli ingredienti di un composto; ci sono alcuni tipi di composto che richiedono la lavorazione tramite specifiche fruste. La differenza principale sta nell’inglobazione dell’aria all’interno del composto stesso. 

 

Nella struttura chimico-fisica di un dolce è molto importante la presenza di aria affinché il dolce sia soffice e morbido. La stessa cosa accade ad esempio nella montatura della panna per la guarnizione di frutta e superficie delle torte. La forma delle fruste a filo, vuote all’interno, consentono durante il movimento di incorporare aria trattenendola all’interno del composto. Una differenza unica se pensiamo alla funzione della frusta a spirale. Questa tipologia di fruste, si trova anche nelle planetarie professionali, in formato maxi. La forma particolare di questa frusta permette l’aggancio ai composti quali pizza, panettoni e tutto ciò che riguarda la rosticceria e gli impasti particolarmente corposi come il pane e le colombe pasquali. Generalmente tutti i composti che necessitano della cosiddetta “cordatura” e cioè il processo di lavorazione che porta alla formazione della maglia glutinica, hanno bisogno di essere lavorati tramite fruste a spirale. 

 

La forma a spirale a differenza di quella a filo nel movimento rotatorio non incorpora aria, ma al contrario forma un reticolo proteico che consente di trattenere l’anidride carbonica all’interno dell’impasto. Questa sostanza è fondamentale per mantenere la friabilità degli impasti dove è presente il lievito.E’ fondamentale sapere quando sostituire le fruste. Per avere un’idea chiara e completa sull’ampia gamma di prodotti disponibili, è possibile visitare il sito miglioresbattitore.it